Quinoa time!

Quinoa

Susanna, e come la cucino la quinoa? Probabilmente la domanda che mi fanno più spesso – dopo Ma perchè sei tornata da Londra?!?, ma questa è un’altra storia. Nonostante il nome e la provenienza esotica, è talmente facile che in casa nostra è una di quelle cose da emergenza, quando proprio non si ha tempo di preparare nulla… per darvi un’idea, viene direttamente dopo il mangiare i fagioli direttamente dalla scatoletta.

Oltre ad essere velocissima e facile, la quinoa è un must per ogni vegetariano (contiene proteine vegetali di ottima qualità, con un profilo di amino acidi migliore di tutti gli altri cereali – ecco uno studio fra i tanti) e a dire il vero per chiunque voglia aumentare il valore nutrizionale dei propri pasti. Senza glutine, ottima digeribilità e tanto, tanto magnesio – un minerale necessario per qualcosa come 300 reazioni enzimatiche del vostro organismo, dal rilassamento alla produzione di energia intracellulare… e allora Susanna, come la cucino la quinoa?

E’ importante risciacquare bene la quinoa prima di cucinarla per togliere i residui di saponine (uno dei meccanismi di difesa delle piante, potenzialmente tossici per l’uomo), che possono anche renderla più amara: misurate la quinoa, mettetela in un colino a maglia fine e risciacquate sotto acqua corrente. Calcolando circa una tazzina per persona, mettete in pentola due parti di acqua per ogni parte di quinoa, e aggiungete un pizzico di sale (se volete fare una ricetta salata); vi consiglio di prepararne sempre in più, visto che è ottima fredda o riscaldata o aggiunta a zuppe, insalate eccetera… io cucino automaticamente l’intero pacchetto. Pacchetto escluso.

Mettete il coperchio ma tenetela d’occhio, potreste dover lasciare uno spiraglio aperto se accenna a “scappare”.Lasciate cuocere a fuoco medio per 15-20 minuti: quando l’acqua sembra più o meno tutta assorbita, date una mescolata e lasciate riposare, a coperchio chiuso, per altri 5-10 minuti – sgranate poi un pò con la forchetta, ed è fatta.

Come al solito, leggerlo è molto più complicato che farlo: guardatevi questo video di un minuto e vi sarà tutto più chiaro!

Ora, col vostro bel pentolone di quinoa cotta, potete fare di tutto: appena fatta, potete aggiungere un pò d’olio extravergine d’oliva, spezie di vostro gradimento e mangiarla così; passarla in un soffritto di cipolla e funghi; condirla a vostro piacimento e unirla a una teglia di verdure al forno o crude; usarla come “ripieno” per zucchine al forno; oppure fredda, conditela come fareste con un’insalata di riso: pomodori secchi, noci, formaggio di capra a pezzetti e uvetta, per esempio! Spesso noi la mischiamo con fagioli neri e “innaffiamo” il tutto con la nostra salsina di prezzemolo – basta unire prezzemolo tritato finefine ad olio extravergine di oliva e sale…

Quinoa con fagioli neri e crema di zucca + mandorle germogliate & salsisan di prezzemolo... #yum
Quinoa con fagioli neri e crema di zucca + mandorle germogliate & salsina di prezzemolo… #yum

Resta comunque in ascolto: ho un sacco di idee da condividere – ma soprattutto, fammi sapere la tua ricetta preferita con la quinoa, sharing is caring…

Peace, love & quinoa,

Susanna xo

Fonti: 

  • “The Encyclopaedia of Healing Foods” by Murray & Pizzorno, Piatkus Books
  • “The Nutrient Bible” by Henry Osiecky, 7th ed., BioConcept Publishing
Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...