Senza energia? 5 modi per ritrovare le forze (senza caffè)

Sparkles

Vorreste fare scintille… ma siete senza carburante?

Siete anche voi fra i tanti che vorrebbero avere l’energia per dare il massimo a famiglia e amici, essere super efficienti sul lavoro,  e avanzarne per fare più sport, magari leggere di più e, perchè no, fare il pane fatto in casa… ma fatemi indovinare: arrivate a casa e a malapena avete la forza di infilare qualcosa nel microonde?

Se vi può consolare, sappiate che non siete soli: la mancanza di energia è una vera e propria epidemia dei nostri tempi. La tecnologia e la medicina hanno fatto passi da gigante… eppure siamo esausti. Qualcosa è andato storto.

Forse lasciare che l’industria alimentare ci rifilasse snacks con sciroppo di glucosio-fruttosio non è stata una grande idea… forse la possibilità di imbottirci continuamente di coca cola e caffè non è stata una gran conquista… forse riempirci la vita di tecnologie che interferiscono con la qualità del sonno (se usate male) non ha migliorato la nostra vita… forse abbiamo fatto qualche cavolata. Forse.

A questo punto, cosa possiamo fare?

1. Dormire… se pensate sia una cosa ovvia, vi sbagliate. La prima cosa che chiedo ai miei clienti quando mi riferiscono di essere sempre stanchi è “A che ora vai a letto, e come dormi?” – perchè spesso sonno insufficiente e di scarsa qualità sono la radice del problema… e il caffè o zucchero che si consumano per “riprendersi” il giorno dopo non vanno che a peggiorare il problema della stanchezza, mettendo a dura prova le nostre bistrattate ghiandole surrenali. Quindi: le ore di sonno migliori sono quelle prima della mezzanotte, tenetelo a mente. Niente smartphone o computer a letto: spegnete tutti i dispositivi (e il wi-fi) ALMENO un’ora prima di andare a letto. Volete essere proprio rivoluzionari? Spegnete tutto a ora di cena – e fate una di quelle cose strambe tipo leggere un libro. La sola idea vi sembra assurda? Ecco, chiaro segnale che avete decisamente bisogno di staccare. E’ inverno? Prendete esempio dagli animali, dormite di più – sarete più carichi in primavera.

2. Movimento! La stragrande maggioranza di noi vive una vita troppo sedentaria e disconnessa dal “mondo là fuori”: un’ora di palestra dopo una giornata in ufficio non è necessariamente l’ideale. Muoversi, pensando oltre che all’esercizio fisico anche al contatto con la natura: prendere l’abitudine di correre all’aperto, di una passeggiata al parco in pausa pranzo oltre a quella lezione di zumba o pilates a cui vi siete ripromesse di andare, possono fare miracoli per ripristinare l’energia perduta. Sarà difficile cominciare, ma ne varrà la pena! Facendo esercizio fisico allevierete lo stress, dormirete meglio, il vostro umore migliorerà e renderete più efficiente il vostro metabolismo – e vedrete i vostri livelli di energia salire, garantito.

3. Mantieni stabili i livelli di glucosio nel sangue – occhio agli stimolanti che ti danno una botta di energia lasciandoti, dopo poco, più stanco di prima… sentito parlare di indice glicemico? Se ti affidi a caffè, cioccolato, coca cola e merendine varie per affrontare la giornata metti sotto stress grossomodo tutto l’organismo, con un’altalena di troppi zuccheri/niente zuccheri che non farà che peggiorare la situazione, lasciandoti sempre più esausto e creando infiammazione nonchè insulino-resistenza (ciao diabete!). Scegliendo cereali integrali, evitando la combinazione farinacei e zuccheri (esempio: merendine, biscotti, occhio anche allo zucchero nel caffè), e assicurandosi di accompagnare sempre zuccheri (non raffinati, of course) a proteine e fibre per rallentare il rilascio di glucosio nel sangue. Pensate a: frutta con qualche mandorla, colazione con avena e noci, pasta integrale con verdure, insalate di quinoa o un veloce cucchiaino di tahini con un goccio di sciroppo d’acero – fornisci alle tue cellule un apporto costante di energia, senza sbalzi!

4. Fai il pieno di magnesio – forse il mio minerale preferito e, purtroppo, sempre più scarso anche negli alimenti che ne sono solitamente fonte… una verdura per esempio, dovrebbe contenere una certa quantità di magnesio: purtroppo però il suolo ne è sempre più carente (a causa dell’uso di fertilizzanti), e di conseguenza anche quelle che si considererebbero buone fonti di magnesio, non ne apportano poi un granché. Cercate di fare il pieno: verdure a foglia verde, cereali integrali, quinoa, lasciando l’integrazione extra solo per “emergenze” e brevi periodi. Il magnesio è un cofattore indispensabile per la produzione di energia infracellulare – e attenti: quando siete stressati il vostro corpo ne “usa” di più. Siete donne? Ecco, probabilmente siete ancora più carenti…

5. Frullate! Last but not least, introducete frullati di verdure nella vostra routine e vi cambieranno la vita, non mi stancherò mai di dirlo. Mentre i centrifugati (succhi) possono causare sbalzi glicemici (soprattutto se di sola frutta o carote), i frullati, fornendo anche fibre, non causano questo inconveniente, anzi! Potete fare il pieno di vitamine e minerali facilmente assimilati per nutrire le vostre cellule, specialmente il già menzionato magnesio, nonchè aggiungere “extra” tipo spirulina, clorella o ginseng per sentirvi veramente al meglio – attenzione però al fai da te: meglio controllare sempre con un professionista cosa fa veramente al caso vostro.

E tu, ti senti parte dell’epidemia di stanchezza? Resta in ascolto: approfondiremo l’argomento!

Peace, love & good vibes,

Susanna xo

Photo by Kelley Bozarth on unsplash.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...